Dantedì 2022 – Conferenza Prof. Virginio Villani | Rocca Roveresca Senigallia
MiC - Ministero della Cultura

Dantedì 2022 – Conferenza Prof. Virginio Villani

In occasione del Dantedì 2022 abbiamo il piacere di ospitare venerdì 25 marzo alle ore 17 una conferenza del Prof. Virginio Villani, dal titolo “Le lotte di fazione al tempo di Dante e il loro epilogo con le rocche albornoziane. Il caso di Senigallia”; consigliamo agli interessati di prenotare al numero 071 63258 o scrivendo una mail a roccaroveresca.senigallia@beniculturali.it
La conferenza è gratuita, per chi volesse poi visitare la Rocca è necessario il biglietto di ingresso.

Di seguito il tema della conferenza, spiegato dallo stesso prof. Villani:
“La breve vicenda politica di Dante è generalmente nota, seppure in sintesi, grazie agli studi scolastici. Meno conosciuto è probabilmente il contesto storico in cui si colloca quella Firenze di fine ‘200, che dopo un cinquantennio di lotte politiche fra Guelfi e Ghibellini, fra Popolo e Magnati, trova uno sbocco definitivo con l’affermazione di una delle fazioni grazie all’intervento esterno del Papato.
Ma la dinamica politica che caratterizza in questa fase storica la vita politica di Firenze è un po’ il paradigma di quello che accade nello stesso periodo in tutta l’Italia comunale, compresa la Marca di Ancona, Senigallia e il suo entroterra. Così la relazione si soffermerà sulle vicende della città senigalliese, nei limiti che la documentazione consente, allargando il discorso alle dinamiche molto più documentate di alcuni comuni limitrofi, quali Rocca Contrada (Arcevia) e Jesi.
L’esaurimento delle lotte interne per stanchezza o per prevalenza di una delle parti, non porta alla stabilità, ma apre dagli inizi del ‘300 il periodo più turbolento della regione, favorito dal vuoto di potere creato dall’esilio avignonese del Papato, un vuoto di potere di cui profittano sia i comuni per rendersi autonomi dal potere centrale, sia alcuni personaggi del mondo signorile per dar vita a propri domini personali su città e territori.
L’arrivo in Italia del legato card. Albornoz per restaurare il potere papale sui suoi domini segna la fine del periodo più tumultuoso della nostra regione Il cardinale attraverso un’azione politica in cui all’uso delle armi accompagna l’instaurare di rapporti personali con signori e comuni riconquista via via tutta la regione alla fedeltà alla Chiesa e suggella una nuova fase di stabilità con la realizzazione di un sistema di fortificazioni di nuova o vecchia costruzione, attraverso cui stringere il controllo centrale sugli instabili e indocili comuni marchigiani. In questa strategia si colloca la debile rocca di Senigallia e le altre ben più munite di Ancona, Rocca Contrada e Sassoferrato”.

CONFERENZA UNO SGUARDO SULL’ALTRA SPONDA
CONFERENZA UNO SGUARDO SULL’ALTRA SPONDA

Sabato 10 settembre alle ore 21:00 vi invitiamo alla conferenza "Uno sguardo sull'altra sponda. La Missione Archeologica Italiana in Albania" a cura del Prof. Giuseppe Lepore, Direttore della Scuola Superiore di Studi sulla Città e il Territorio dell'Università degli...

Claudia Losi – Being There (Oltre il Giardino)
Claudia Losi – Being There (Oltre il Giardino)

Venerdì 3 giugno 2022 alle ore 18 aprirà al pubblico Being There. Oltre il giardino, mostra conclusiva del progetto biennale dell’artista Claudia Losi, a cura di Leonardo Regano, promosso dalla Rocca Roveresca di Senigallia, istituto della Direzione Regionale Musei...

Mostra Claudio Gobbi – An atlas of persistence
Mostra Claudio Gobbi – An atlas of persistence

Il 14 aprile 2022 verranno inaugurate due mostre di fotografia a Senigallia: Claudio Gobbi, An Atlas of Persistence, a cura di Francesca Fabiani, avrà luogo presso la Rocca Roveresca, Roger Ballen, The Place of the Upside Down, a cura di Massimo Minini, verrà invece...